Più cadi in te stesso e più diventi invisibile agli occhi degli altri
― Nightmareaw (via nightmareaw)
Il trauma: un evento, che ti coglie impreparato, senza strumenti di protezione. Per tutta la vita cerchi di trasformare quel trauma in dolore. Perché il dolore perlomeno può essere condiviso …
― Antonio Pascale su “il post (via toanorder)
Dici che vedo le cose troppo nere.
Tu non puoi capire. È troppo spaventoso. Io cerco di non vedere più niente.
― Lev Tolstoj, Anna Karenina. (via fissoilvuoto)
Sono poche le persone a cui io voglio veramente bene e ancor meno sono quelle di cui io nutro una buona opinione. Più conosco il mondo e meno ne sono entusiasta: ogni giorno che passa mi conferma nel mio giudizio sull’instabilità dei caratteri e sullo scarso affidamento che va fatto su ciò che può apparire merito o ingegno.
Orgoglio e pregiudizio, Jane Austen (via dakryhelene)
I fiori e la morte sono sempre andati d’accordo.
― Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo (via fromwishestoeternity)
No, non ti libererai e non diventerai un altro, resterai quello che sei: con i dubbi, il continuo malcontento di te stesso, gli sterili tentativi di perfezionamento, le ricadute e l’eterna attesa d’una felicità alla quale non sei destinato e che non puoi conseguire.
Lev Tolstoj, Anna Karenina. (via muliertenebrae)